Risotto con zucca, salsiccia e rosmarino

risotto con zucca, salsiccia e rosmarinoLa zucca si ritiene spesso e volentieri l'ortaggio più scemo del banco verdure. Non a caso si dice "sei uno zuccone" oppure "hai la zucca vuota" per intendere che uno non è proprio un genio.

Alla filosofa Ros però il suo sapore delicato piace, prova tenerezza quando a fine ottobre stanno tutti lì a martoriarla per fare le lampade per Halloween e le mette allegria il suo colore arancio vivo.

Però...un po' scema lo è, poverina. Quindi aggiungere qualche altro ingrediente al semplice risotto con la zucca, non è affatto un'idea malvagia, secondo lei.

Veniamo alla ricetta. Pulite e tagliate a pezzetti la zucca.

In una padella fate rosolare in olio di oliva la salsiccia sbriciolata. Quando la carne ha preso colore uniformemente, versate vino bianco di ottima qualità in due bicchieri, uno lo terrete per voi e l'altro lo userete per sfumare la salsiccia e godervi il concerto dello sfrigolio bevendo qualcosa. Una volta evaporato il vino, spegnete la fiamma e tenete da parte.

In una capiente pentola, fate stufare in olio d'oliva e burro un po' di cipolla e rosmarino tritati. Quando la cipolla è diventata trasparente e starete già per svenire per il profumino, aggiungete il riso e fatelo tostare. Sfumate con altro vino e quando questo è evaporato, aggiungete la zucca e mescolate bene.

Iniziate la cottura del riso utilizzando del brodo, poco alla volta, e non dimenticate di aggiungere la salsiccia rosolata con il suo sughetto.

Per il rosmarino, ci sono due possibilità. C'è chi inserisce il rametto legato con filo bianco, per evitare che perda gli aghi, e lo toglie dopo una decina di minuti di cottura, senza quindi farlo soffriggere e chi, come la chef Ros, preferisce tritarlo e lasciarlo nel riso. Nella versione ros-sastra il rosmarino si avvertirà in modo più deciso ma è una questione di gusti.

Aggiustate di sale e quando il riso è cotto, se la vostra taglia è inferiore alla 44, mantecate con un altro pezzetto di burro.

In casa della cuoca filosofa Ros, qualche giorno fa, si è cucinata la genovese, e ancora prima una frittura di deliziosi calamaretti. Dopo due giorni trascorsi con la maschera antigas, si è valutata anche la possibilità di una bonifica dell'area e la ritinteggiatura dell'intero appartamento.

Poi gli affiatati coniugi hanno optato per due rimedi molto più economici e ugualmente efficaci, l'arieggiamento delle stanze di notte e di giorno, rischiando un malanno, è vero, ma per una giusta causa, e la sostituzione degli odori. Dalla frittura di pesce più genovese, binomio micidiale, alla salsiccia rosolata.

Ha funzionato.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Cerchi qualcosa?

Che ore sono?

Che giorno è?

Marzo 2017
DLMMGVS
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031

Suggerimenti

Tag-cloud


Spot

Social Media Links

TwitterFacebookFeed

Archivio Post

Directory Blog

BlogItalia - La directory italiana dei blog

Award Winning Voyeurism and Personal Journal Blogs - BlogCatalog Blog Directory

Miglior Blog