Zucchine "a scapece"

zucchine "a scapece"La cuoca studiosa Ros, prima di mettersi ai fornelli, come ormai sapete, deve sempre spulciare i suoi libri per trovare ricette che la stuzzicano o le origini dei piatti che desidera preparare. Una deformazione da secchiona bibliotecaria che non ha mai perso. Lo stesso ha fatto per questa pietanza semplicissima quanto buonissima.

Il termine "scapece" deriva dallo spagnolo "escabeche", che significa "marinata".

La sua origine è latina, infatti i Romani già usavano condire pesci e ortaggi in questo modo. Si tratta quindi di un condimento molto antico.

E' probabile che l'uso dell'aceto in cucina servisse anche, in taluni casi, a coprire odori e sapori di cibi poco freschi. La filosofa Ros non osa soffermare i suoi eletti pensieri a tutte le porcherie che si sono mangiate a quei tempi e purtroppo, ancora oggi, in alcune poverissime parti del mondo.

La preparazione delle zucchine "a scapece" o "alla scapece" è veramente facile e ha una sola fase noiosa...la frittura delle zucchine. Ma quanto accidente ci mettono le zucchine a dorarsi? E quanto si riducono in cottura...! La cuoca Ros ha fritto per l'intera mattinata di una sacra domenica ben due chili di bellissime e verdissime zucchine, ottenendone un quantitativo decisamente esiguo...zucchine "a scapece"

Siccome lei non può mai fare solo una cosa, mentre friggeva le delicate rondelle ortaggiose il suo sguardo si posava su una rivista di viaggi e ne leggeva l'intero contenuto, programmando la successiva partenza. Quando si dice...ottimizzare i tempi.

Veniamo alla ricetta. Lavate, asciugate e spuntate le zucchine che affetterete a rondelle un pochino spesse. Friggetele un po' per volta in olio bollente, facendole ben colorire. Sgocciolatele, senza esagerare perchè un po' dell'olio della frittura è necessario per il condimento, e mettetele a strati in un'insalatiera, inframmezzandole con fettine di aglio, sale, foglioline di menta e una spruzzata di aceto bianco.

zucchine "a scapece"Terminata la frittura, mescolate con delicatezza le zucchine.

L'assaggio è consigliabile per verificare il sapore e la quantità di sale, aceto o menta da aggiungere. Quando il risultato vi sembra perfetto...lasciate le zucchine a raffreddare e a insaporirsi nella marinatura e voi dedicatevi alla seccante pulizia del piano cottura.

La chef Ros adora le zucchine condite "a scapece", in particolare se accompagnate da un ottimo pane e le consiglia soprattutto per le cene in compagnia.

Disposte su un vassoio da portata e guarnite con altre foglioline di menta e aglio si presentano bene e non vi vedranno spadellare mentre ci sono gli ospiti. La cucina sarà perfettamente pulita e voi, qualora foste casiniste come la cuoca Ros, vi potreste anche spacciare per abili e organizzate donnine, mentendo spudoratamente.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Cerchi qualcosa?

Che ore sono?

Che giorno è?

Marzo 2017
DLMMGVS
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031

Suggerimenti

Tag-cloud


Spot

Social Media Links

TwitterFacebookFeed

Archivio Post

Directory Blog

BlogItalia - La directory italiana dei blog

Award Winning Voyeurism and Personal Journal Blogs - BlogCatalog Blog Directory

Miglior Blog