Creme brulèe

Creme brulèe...pronta da assaporare...!Dopo l'ultima ricetta, il salmone al cartoccio...un'apoteosi della leggerezza, dell'attenzione ai grassi, della cottura sana e, perchè no, della teglia uscita dal forno praticamente pulita, senza bisogno di sfacchinare per la strofinatura...la chef Ros doveva riequilibrare le calorie e proporvi un dolce.

Dovete sapere che, alcune settimane fa, il marito M. le ha fatto un regalo disinteressato e inaspettato, mentre facevano la spesa alla Coop senza la solita fretta indiavolata, quasi passeggiando fra le corsie.

“Amo, da quanto tempo ti chiedo la creme brulèe? Saranno almeno tre anni? E da quanto abbiamo comprato le cocottes? Diciamo...quattro anni?... Guarda che incredibile coincidenza! Una confezione con due ciotoline rosse e il cannello per caramellare lo zucchero. Che faccio? La prendo...?” sorriso furbetto, sguardo interrogativo e speranzoso.

Che cosa poteva rispondere la sposa/pasticciera Ros se non: “certo amo, questa è la volta buona che mantengo la promessa!!”.Cocottes pronte per essere infornate

Ed è stato così che il marito M., dopo anni, ha mangiato la creme brulèe che sua moglie gli ha preparato il giorno dopo e che, sinceramente, è venuta spettacolare, molto più buona di quella mangiata in Francia alcuni anni fa.

Ecco la ricetta per voi.

Fate scaldare in un pentolino 500 ml di panna, non zuccherata. Toglietela dal fuoco quando è tiepida, senza farla bollire, e lasciatevi in infusione i semini di una stecca di vaniglia o aggiungetevi una fialetta di essenza.

La pasticciera, che nel frattempo ha anche rieseguito più volte la ricetta provando entrambe le possibilità, fra le due opzioni preferisce quest'ultima. La crema è venuta molto più profumata con l'essenza, ma ovviamente siete liberi di usare la stecca di vaniglia.

Creme brulèe appena uscita dal fornoIn alcuni libri di cucina si consiglia di filtrare il liquido per eliminare i semini ma in realtà non danno alcun fastidio in bocca. Una fatica inutile, in pratica.

Montate 5 tuorli con 100 gr. di zucchero, fino a far diventare chiaro e spumoso il composto, poi, delicatamente, versatevi la panna aromatizzata alla vaniglia, a filo, per far temperare le uova, mescolando bene. Abbiate pazienza e non sbattete tutta la panna, magari ancora calda, sulle uova, altrimenti la crema impazzisce e vi viene una omelette. Poi ve la prendete con la crema...o con la pasticciera Ros, ancora peggio.

Riempite 4 cocottes con la crema ottenuta e ponetele in una teglia dal bordo piuttosto alto che riempirete a metà di acqua.Il cannello all'opera per caramellare lo zucchero di canna sulla superficie della crema

Infornate a 130° per un'ora.

Togliete le pirofiline dalla teglia e lasciatele raffreddare completamente. Infine, ponetele in frigorifero per almeno due ore.

Al momento di servire, coprite la superficie della crema con zucchero di canna e caramellatelo con il cannello.

Si creerà una crosticina croccante mentre, all'interno, la crema resterà fresca, morbida e profumata. Un binomio irresistibile!!

Il bilancio è stato più che positivo. La crema era eccezionale, il marito M. era felice e la pasticciera Ros anche, per essersi cimentata con una nuova goduriosa ricetta.

Per una cena la creme brulèe è una soluzione fantastica perchè si prepara in anticipio, si presenta molto bene e anche il giorno dopo è buonissima, come appena fatta. Inoltre, caramellare lo zucchero davanti agli ospiti è un'operazione fichissima... :-). La filosofa Ros infatti include questa ricetta fra quelle adatte ai single in modalità "sono a caccia". A lei non interessa più, ma è altruista e pensa a chi l'amore deve ancora trovarlo.

Alla prossima e buon dessert!

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Cerchi qualcosa?

Che ore sono?

Che giorno è?

Marzo 2017
DLMMGVS
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031

Suggerimenti

Tag-cloud


Spot

Social Media Links

TwitterFacebookFeed

Archivio Post

Directory Blog

BlogItalia - La directory italiana dei blog

Award Winning Voyeurism and Personal Journal Blogs - BlogCatalog Blog Directory

Miglior Blog