Pane alle olive verdi

Pane alle olive verdiCare amiche, solitamente quando la chef Ros posta una sua ricettina è molto garbata e gentile, ve la propone con i suoi raffinati modi da signora (...), con discrezione e cortesia ... ma stavolta no! Per Talete!

Per questo pane lei vi ordina quasi di correre a segnarvi la ricetta e a muovere quelle inermi manine per darvi da fare.

Perchè tutto ciò? Bene...ecco i motivi per impastare il pane alle olive ros-sastro.

Uno, il più importante. E' una terapia volta al relax assoluto. Incorporare le olive all'impasto è un'operazione di grande benessere psichico.

Due. E' un pane squisito, profumato, perfetto da mangiare con un formaggio fresco spalmabile (gli affiatati coniugi lo hanno provato con una robiola al tartufo e vi assicurano che ne è valsa la pena), con affettati...ma anche da solo!panetto lievitato

Tre. Vien fuori una pagnotta enorme, alta e soffice. E si mantiene così per giorni....

Quattro. Costa una cippa e in più la vostra casa profumerà di panetteria. Per la Ros è un vantaggio, pensate a quanto risparmierete in deodoranti per ambienti!

Bando alle ciance e iniziate a scrivere gli ingredienti: 600/650 gr. di farina 0, 375 gr. di acqua a temperatura ambiente, 15 gr. di lievito di birra, 30 ml di olio d'oliva, 1 cucchiaino di sale fino + un pizzico, 1 cucchiaino di zucchero semolato, 160 gr. di olive verdi denocciolate.

la panettiera Ros inizia ad incorporare le olive all'impastoProcedimento.

In una ciotolina sciogliete 3 gr. di lievito di birra in 75 gr. di acqua. Aggiungete il pizzico di sale e 100 gr. di farina 0. Formate un panettino e dimenticatevene per un'ora e mezza, lasciando la ciotola ben chiusa nel forno a microonde, altro oggetto magico della cucina ros-sastra.

Il tempo la panettiera Ros lo calcola grazie all'orologio del forno altrimenti, con la sua proverbiale testa vuota, farebbe passare l'intera giornata e si ricorderebbe del panetto mentre è già in pigiamino nel suo letto. "Informe materia molliccia fuoriesce copiosa da un forno a microonde, riversandosi nelle scale e gettando nel panico i condomini di una palazzina", notizia di punta sul Bollettino del Comune di S., amena località della cittadina di A..

Trascorso il tempo, il panetto avrà raddoppiato il suo volume e sarà bello pimpante nella vostra ciotolina, come potete ben vedere dalla foto.pane con le olive pronto per iniziare la seconda lievitazione

Nel Bimby, o a mano se preferite, fate sciogliere il restante lievito in 300 gr. di acqua e mescolate il tutto con l'olio, il cucchiaino di zucchero e quello di sale fino. Pochi secondi a velocità 5. Aggiungete 500 gr. di farina, il panetto lievitato e impastate per 30 secondi a velocità 6 e per circa un minuto e mezzo a velocità spiga.

Sbattete l'impasto su una spianatoia o sul piano di lavoro che avete e, con pazienza catartica, incorporate all'impasto le olive, tritate grossolanamente e asciugate con il panno carta, per eliminare l'acqua in eccesso. La variabile di farina serve proprio ad assorbire l'eventuale acqua delle olive. Vi regolerete ad occhio. L'impasto non dovrà essere bagnato o appiccicarsi alle dita.

pane alle olive dopo la lievitazione...è cresciuto da far paura!Fatto ciò, formate un panetto e disponetelo al centro di una teglia, sopra un foglio di carta forno. Mettete a lievitare per un'altra ora e mezza nel forno preriscaldato per 2/3 minuti a 60 °, così da creare un ambiente caldo e confortevole per il vostro libidinoso pane alle olive.

La panettiera Ros ha regolato nuovamente il suo orologio e ha ripulito la cucina con calma, smangiucchiando qualche oliva.

Dopo un'ora e mezza aprirete il forno e lancerete un grido di entusiasmo nel guardare il vostro pane cresciuto a dismisura. Afferrate un bel coltellaccio affilato e appuntito e praticate sulla superficie un taglio a croce.pagnotta alle olive appena sfornata...un profumo e una morbidezza da guinness dei primati!

Preriscaldate il forno a 210° e infilatevi la pagnotta. Dopo 10 minuti abbassate la temperatura a 180° e proseguite per altri 10/15 minuti. Fate la prova stecchino e sfornate il vostro pane quando sarà dorato uniformemente.

Lasciate raffreddare, se ci riuscite, e correte al PC per ringraziare la vostra generosa amica panettiera Ros!!!

Avvertimento: questa settimana il blog ros-sastro sarà all'insegna di squisite bontà!

Ciao e alla prossima ricetta!!

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Cerchi qualcosa?

Che ore sono?

Che giorno è?

Maggio 2017
DLMMGVS
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031

Suggerimenti

Tag-cloud


Spot

Social Media Links

TwitterFacebookFeed

Archivio Post

Directory Blog

BlogItalia - La directory italiana dei blog

Award Winning Voyeurism and Personal Journal Blogs - BlogCatalog Blog Directory

Miglior Blog