Cornetti dolci di pan brioche

La prima colazione della Ros e del marito M. domenica mattina...che sofficità!Prendi un impasto, trattalo male,

lascia che ti aspetti per ore,

non farti scrupoli e quando lo stendi

fallo, come fosse un favore

fa sentire che è poco importante

dosa bene amore e crudeltà,

cerca di essere una tenera cuoca

ma fuori dalla cucina, nessuna pietà...pirulì, pirulà....

Versione ros-sastra di Teorema, di Marco Ferradini (che fine avrà fatto il pitagorico della canzone? Mah...!). Il marito M. si scusa a nome della sottoscritta e vi chiede di perdonarla per questo obbrobrio ma gli sbalzi termici sono deleteri sulla mente della sua sposa, ahah :-D!!!

Questi magici versi per introdurre l'ultima mania della cuoca/pasticciera Ros: il pan brioche, di nuovo.

Ebbene sì! Dopo i maialini, con i quali lei partecipa al contest di Raffaella (ehi, datevi una mossa per presentare la vostra ricetta alla strega...il tempo stringe e la magia ha termine il 4 luglio!!!), la Ros ha provato a fare i cornetti, ripieni di marmellate a vari gusti.

La ricetta che vi si propone oggi è stata modificata dalla filosofa, che ne ha sperimentato una versione che non l'aveva proprio entusiasmata, per poi ripeterla con qualche modifica, fino ad ottenere quella che secondo lei è la migliore.

La cosa che in assoluto l'ha colpita è stata la possibilità di congelare le brioches e impedire la seconda lievitazione grazie al freddo, per riattivarla nel momento che riterrete più opportuno, ad esempio, il sabato sera, così da gustarvi caldi e soffici cornetti per la prima colazione della domenica, quella più bella, fatta con calma e con la persona che amate.

Ingredienti per i cornetti filosofici di pan brioche: 250 gr. di farina 00, 250 gr. di farina manitoba, 150 gr. di zucchero, 180 ml di latte, 90 gr. di burro, 2 uova, 1/2 cubetto di lievito di birra, un pizzico di sale, 1 bustina di vanillina.

Per farcire: marmellata, cioccolato, crema o miele.

Per lucidare e decorare: 1 tuorlo d'uovo sbattuto con 1 cucchiaio di latte, zucchero a velo.Tutto è pronto per l'operazione "cornetti a colazione!"

Nel Bimby inserite il latte, il sale, la vanillina, lo zucchero e il lievito. Pochi secondi a velocità 6. Aggiungete la farina, le uova e il burro morbido. Un minuto e mezzo a velocità 6 e poi altrettanto a velocità Spiga. Considerate che probabilmente dovrete aggiungere un altro po' di farina dal foro dell'apparecchio perchè l'impasto risulterà abbastanza appiccicoso per via del burro.

Una volta che avrete ottenuto una bella palla di impasto, liscia e omogenea, mettela in un'ampia ciotola e dimenticatevene per 6/8 ore, abbandonandola nel microonde, dalla Ros eletto ambiente ideale per gli impasti quando si deve rassettare e pulire casa, perchè lì uno spiffero non riesce ad entrare nemmeno dietro ricatto.

Trascorso il tempo, noterete che l'impasto è gonfio e morbido, una bellezza. E' arrivato il momento di sgonfiarlo con le mani e dividerlo in due parti.

Infarinate una spianatoia e stendete la prima metà dell'impasto con il mattarello, fino ad ottenere un cerchio spesso pochi millimetri. Con un coltello o una rotella taglia pizza, dividete il disco in 8 spicchi. Sulla parte larga di ognuno versate un cucchiaino di marmellata o del ripieno prescelto, partendo poi da questa arrotolatelo su se stesso, tirando leggermente la parte della punta per allungare la pasta. Una volta arrotolato lo spicchio girate le due estremità verso l’interno per dare la tipica forma ai cornetti. Bagnate leggermente la punta con poca acqua in modo da farla attaccare al cornetto.

Per evitare che la punta durante la seconda lievitazione si sollevi, come è accaduto alla Ros-sastra, fate in modo che capiti sotto e non sopra :-D.

preparazione dei cornettiLe marmellate usate dalla pasticciera Ros sono state dono graditissimo dell'amica F.. Un sapore che non vi può essere descritto, adorate amiche, solo che, non avendole tenute in frigo e con l'aumento della temperatura, sono diventate un po' liquide e in alcuni casi sono fuoriscite dai cornetti. Voi siate più furbe...

Procedete in modo analogo per l'altra metà dell'impasto. In tutto otterrete ben 16 cornetti.

A questo punto dovrete fare una scelta: o far continuare per altre 6/8 ore la lievitazione delle brioches, che disporrete ben distanziate in varie teglie su carta forno, oppure, come ha fatto la Ros, metterle tutte in un grande ruoto, rivestito di carta forno e lasciarle per qualche ora nel congelatore e bloccare la lievitazione. Quando saranno ben congelate, le potrete mettere in un sacchetto per alimenti e lasciarle nel freezer, fino all'utilizzo.

Consiglio ros-sastro. Il sabato sera vestitevi carine, truccatevi un po', aggiustate il cespuglio e uscite con il vostro amore per una passeggiata. Quando tornate a casa, prendete una teglietta, un foglio di carta forno e sistemate, non proprio vicini gli uni agli altri, due o quattro cornetti congelati (per la Ros 4 :-)...ahah!!). Metteteli nel forno spento e andate a dormire.cornetti dopo la lievitazione notturna, spennellati a dovere e pronti per il forno

La mattina seguente troverete quattro gonfi e invitanti cornetti, pronti per essere infornati e divorati con una tazza di latte fumante.

Accendete il forno a 180° e lasciate che raggiunga la temperatura. Nel frattempo sbattete in una ciotolina un tuorlo d'uovo con un cucchiaio di latte e spennellate i vostri cornetti. Infornate per 8/10 minuti e lasciateli raffreddare su una gratella prima di spolverizzarli di zucchero a velo. Per questo basteranno davvero 5 minuti, giusto il tempo che la moka faccia il suo lavoro.

"Ehi, amo!!! La colazione è pronta!!" ha gridato la Ros-sastra.

"Wow, che profumino!!! E che meraviglia i cornetti che hai preparato, amore della mia vita! ...Ma che donna fantastica ho sposato...una moglie invidiabile, unica, splendida...ti risposerei mille volte, ma che dico...miliardi di volte!" ha risposto il marito M.. Beh, non proprio letteralmente, la Ros ha aggiunto un paio di dettagli, ma il senso era quello...ahahah...:-D!!

Buona colazione, amiche e amici!!

Nota rossastra di qualche settimana dopo: care, se il vostro forno tende a bruciacchiare un po' il fondo dei cornetti, come quello della sottoscritta, sappiate che c'è un trucchetto che lei stessa ha sperimentato in questa settimana, ossia appoggiare la teglia con le brioches sopra la leccarda che farà cuocere comunque la base dei dolci ma attenuerà il calore che proviene dal basso :-). Ciao!!

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Cerchi qualcosa?

Che ore sono?

Che giorno è?

Giugno 2017
DLMMGVS
123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930

Suggerimenti

Tag-cloud


Articoli collegati

Spot

Social Media Links

TwitterFacebookFeed

Archivio Post

Directory Blog

BlogItalia - La directory italiana dei blog

Award Winning Voyeurism and Personal Journal Blogs - BlogCatalog Blog Directory

Miglior Blog